• Prodotti tipici dell'Alto Adige

    • L’Alto Adige é una regione che offre una grande varietá gastronomica, anche perché é un punto d’incontro fra diverse culture e tradizioni. I ristoranti e negozi della regione offrono specialitá squisite siano essi i tipici canederli allo speck o i squisiti krapfen al papavero o alla marmellata di mirtillo rosso. I prodotti tipici piú famosi dell’Alto Adige sono sicuramente lo Speck o i vini raffinati, anche la mela della Val Venosta o il formaggio grigio della Valle Aurina sono prodotti tipici molto amati e popolari! Scoprite anche voi la grande varietá culinaria nei ristoranti e nelle baite invitanti della regione!

    • uva

      L´uva dell´Alto Adige puó essere bianca o nera; da esse si ricavano vini bianchi pregiati come il Müller Thurgau, il Sankt Magdalena, il Weißburgunder e il famosissimo Gewürztraminer. Essi sono coltivati principalmente in Bassa Atesina, detta anche il "Giardino dell´Alto Adige" per via del suo clima mite. L´uva nera coltivata in Alto Adige si divide in molte varietá: una molto famosa è l´uva Schiava, coltivata nella Conca di Merano; da essa si ricava un ottimo vino rosso.

      L´uva Schiava, chiamata anche Vernatsch è famosa per essere stata impiegata nella famosa "cura dell´uva". La varietá "Schiava" si divide in: "schiava grigia" e "schiava gentile". Dalle varietá di uva nera in Alto Adige si ricavano vari tipi di vino, come ad esempio: il Lagrein e il Pinot nero.

    • vino

      Il vino in Alto Adige è uno dei prodotti tipici piú celebri di questa regione; coltivati su una superficie piccola, i vini dell´Alto Adige sono celebri in tutto il mondo per la loro qualitá, come ad esempio il famoso Gewürztraminer, al quale è dedicato un importantissimo simposio internazionale in luglio. I vini bianchi coltivati in Alto Adige, dalla Val Venosta a Bressanone, se sono bianchi sono secchi, frizzanti e fermi da servire a temperatura ambiente; la caratteristica di secco e frizzante è comune anche ai vini rossi.

      Sopra Bolzano, tra i fiumi Adige e Isarco, il vino dell´Alto Adige è rosso scuro brillante, secco e fermo, con un sapore piacevole e delicato. Questo vino rosso accompagna bene le carni bianche e rosse.

    • fragole

      La zona di coltivazione delle fragole piú famosa dell´Alto Adige è senza dubbio la Val Martello, una valle secondaria della Val Venosta, situata nella parte occidentale dell´Alto Adige; qui si producono infatti le fragole migliori, piú grandi e piú dolci, per via del clima della Val Venosta, molto secco e soleggiato. Questo frutto è indubbiamente molto amato, tanto che ogni anno in Val Martello...

      l´ultimo week end di giugno si tiene una grande sagra tutta dedicata alle fragole, nel corso della quale è possibile assaggiare sia le fragole fresche che innumerevoli dolci a base di fragole; vi è inoltre in programma l´elezione della regina delle fragole e molte bancarelle che spiegano gli usi e costumi della vita in montagna.

    • albicocche

      Un altro prodotto molto famoso dell´agricoltura della Val Venosta sono le albicocche, coltivate nella zona di Lasa, nei pressi di Silandro, il capoluogo di questa valle; la Val Venosta, grazie alle sue poche piogge, inverni rigidi ed estati calde produce ottime albicocche, dalle quali si producono anche molte marmellate e distillati. Le albicocche sono anche ingredienti dei famosi canederli alle albicocche, che piacciono sempre tanto; le albicocche sono anche seccate;

      sotto questa forma, le albicocche aiutano la digestione. Alle albicocche è dedicata una grande sagra a Lasa, che normalmente ha luogo all´inizio di agosto. Le albicocche sono indicate per proteggere la pelle dalle scottature e rinforzare ossa e denti; inoltre è un efficace antiossidante e aiuta le difese immunitarie.

    • dolci

      Ed eccoci ai dolci altoatesini, tutti davvero deliziosi, dal tipico strudel di mele, da accompagnare con panna montata o gelato di vaniglia, oppure la famosissima Sachertorte, oppure le golose torte a strati, da concerdesi senza sensi di colpa prima di un´escursione in montagna. Altri dolci tipici dell´Alto Adige sono: i buchteln, dei pasticcini al forno ripieni di marmellata, gli strauben, frittelle dolci a forma di spirale che si vendono nelle sagre tipiche, accompagnate dalla marmellata di mirtilli rossi.

      Un altro dei dolci tipici dell´Alto Adige sono le frittelle di mele, che si servono non solo come dessert, ma anche per accompagnare piatti di carne come il maiale e piatti salati, ottime anche fredde. Altri dolci dell´Alto Adige sono...i canederli, preparati con ricotta e albicocche, oppure con ricotta e fragole, da mangiare spolverati di zucchero a velo.

    • grappa

      Oltre alla birra e al vino, anche la grappa è una bevanda tipica altoatesina, prodotta esclusivamente con vinacce locali; ce ne vogliono quasi cento chili per confezionare dieci litri di grappa! Le grappe sono viste come il complemento ideale delle serate in compagnia; per le signore, sono anche disponibili i distillati di frutta, come ad esempio di pere, di mele, di fragole e di albicocche, un po´ meno alcolici. La grappa ha una gradazione alcolica del 40%, mentre i distillati di frutta del 35-40%.

      Un esempio famoso di grappa dell´Alto Adige è il Birnebrand, ideato per la prima volta dalla distilleria Psenner, che sorge nei dintorni di Termeno, una localitá della Bassa Atesina celebre per il suo vino.

    • mele

      Le mele sono un prodotto importantissimo dell´agricoltura dell´Alto Adige, disponibili in molte varietá: Golden Delicious, Red Delicious, Granny Smith, Morgen Duft, Winesap, Fuji ecc. La coltivazione delle mele in Alto Adige ha luogo nella Bassa Atesina, in Val Venosta e Valle Isarco, grazie alle condizioni climatiche di queste valli: giornate calde e soleggiate e notti fresche, che permettono la coltivazione dagli 800 ai 1200 metri.

      Le mele non sono solo vendute come frutta, ma sono anche da secoli parte integrante della cucina altoatesina, utilizzate come contorno per i piatti di carne, nello strudel e nelle frittelle di mele. Naturalmente, l´Alto Adige è in prima linea per la coltivazione delle mele senza pesticidi, secondo i dettami dell´agricoltura biologica, che ha sempre piú successo.

    • asparagi

      Anche gli asparagi sono uno dei prodotti tipici dell´Alto Adige, coltivati soprattutto in primavera; infatti essi si trovano sui mercati tra marzo e la fine di maggio; le localitá turistiche dell´Alto Adige, specialmente Terlano, Vilpiano e Settequerce, presentano infatti gli asparagi cucinati secondo vari modi; con la pasta, col riso, da mangiare con la salsa bolzanina a base di uova e prosciutto affumicato, da accompagnare col Sauvignon bianco.

      Gli asparagi coltivati in Alto Adige possono essere bianchi o verdi; essi sono molto amici delle signore per le loro capacitá diuretiche e disintossicanti, essendo anche molto poco calorici, ricchi di vitamine A, del gruppo B, C, E. Affinché essi rendano il massimo del loro gusto, è meglio consumarli freschi, in quanto durante un trasporto lungo gli asparagi perdono le loro qualitá nutritive.

    • le erbe officinali

      Le piante officinali rientrano a pieno titolo nei prodotti tipici-simbolo dell´Alto Adige, in quanto esse sono alla base del cosiddetto "wellness alpino", ovvero i trattamenti benessere a base naturale riscoperti negli ultimi dieci anni, ereditati dall´antica sapienza contadina. In Alto Adige crescono piú di 120 specie di piante officinali, utilizzate sia come ingredienti per il benessere alpino, che sotto forma di tisane, note per i loro scopi curativi, che sotto forma di creme e lozioni, tutto a base naturale;

      hanno molto successo i cuscini alle erbe, che garantiscono un sonno sano e davvero ristoratore. Le erbe officinali sono utilizzate anche in cucina, per insaporire al meglio i vari piatti. Da provare anche le grappe alle erbe, per concludere le cene con i vostri amici in allegria.

      it
      Italiano
      • Vacanze a tema
      • Sport estivo
      • Sport invernali
      • Destinazione
      • Alloggi
      • Tempo libero
      • Alto Adige